• Sia sacra ogni madre di buon sangue
Sia sacra ogni madre di buon sangue

Sia sacra ogni madre di buon sangue

Una calda estate sarda è alle porte e in uno stazzo di Gallura viene rinvenuto il cadavere di un anziano uomo dall'ident ità sconosciuta, morto per soffocamento. L'omicidio sembra essere stato commesso da un'accabbadora, arcano personaggio che, nell'antica tradizione di Sardegna, era una donna investita del sacro compito di procurare la morte a persone in agonia usando un cuscino o un martello di legno. Dalle prime evidenze raccolte gli investigatori sospettano subito si tratti di una messa in scena: qualcuno ha disposto ad arte la scena del crimine affinché sembrasse opera della vestale della morte. Delle indagini se ne occupano il maresciallo Gavino Sanna, da poco tornato nella sua Sardegna, e una giovane criminologa, Anna De Gregorio. Pochi giorni prima dell'arrivo di Anna, viene scoperto un altro cadavere su una spiaggia a sud di Olbia... Vedi di più